Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per consentire la fruizione ottimale del sito. Proseguendo la navigazione, si accetta il nostro utilizzo dei cookie ok Per maggiori informazioni o negare il consenso, [LEGGERE QUI].
Seguici anche su facebook, twitter, youtube

CALENDARIO

ARTICOLI 2017

ARCHIVIO

 

ACCESSO ASSOCIATI

Nome utente
Password

COMUNICATI STAMPA

17 Gennaio 2008
Camper service nelle Autostrade e Strade



COMUNICATO STAMPA

Camper service nelle Autostrade e Strade:PROMOCAMP offre dati e proposte concrete
A TOUR.it una grande occasione per fare passi in avanti importantissimi e non polemiche

A TOUR.it, Salone del turismo itinerante, in programma dal 19 gennaio al 27 gennaio 2008 alla Fiera di Carrara, in occasione del Convegno “Il turismo itinerante: una risorsa da regolamentare” (sabato 19 gennaio alle ore 14,30) alla presenza del Ministro delle infrastrutture Antonio Di Pietro, PROMOCAMP presenterà e metterà a disposizione del Ministro il proprio lavoro e le proprie proposte messe a punto nel corso di quattro anni di incontri, colloqui con Società di gestione, con amministratori locali, con funzionari e tecnici degli enti locali, sul problema dei camper service nelle aree di servizio delle autostrade e strade nazionali. Ecco la situazione:
-La Società Autostrade per l’Italia, che ha la metà della rete autostradale in concessione, ha realizzato 45 camper service e 55 li sta realizzando, gli altri oltre100 servizi si è impegnata a realizzarli nei prossimi 5 anni nel quadro del Piano di Riqualificazione delle Aree di Servizio.
-Le altre Società di gestione delle Autostrade, che gestiscono l’altra metà della rete, non hanno dato risposta. Esse hanno circa 200 aree di servizio e 50 fornite di camper service.
Nel resto delle strade, dai raccordi autostradali, alle superstrade, alle strade nazionali, provinciali e comunali, dove esistono circa 3.050 aree di servizio obbligate a dotarsi di tali impianti, solo circa 60 hanno il camper service.
Va detto che in buona parte tali impianti non sono gestiti e spesso sono inutilizzabili.
-L’ANAS, interpellata sul problema, ha risposto che l’argomento non è di sua competenza, pur avendo in concessione dallo Stato l’intera rete autostradale e stradale italiana (che poi sub concessiona) e stimolata a non essere reticente si è trincerata dietro un imbarazzante silenzio.
-Le Società Petrolifere, quelle che dovrebbero realizzare in sostanza i servizi in quanto gestori delle aree di distribuzione dei carburanti, sollecitate anche per promuoversi di fronte ai camperisti e ad ai tuor operator (per i bus turistici), non hanno dato alcuna risposta.
-Le Regioni, a seconda delle varie parti d’Italia, rilasciano le autorizzazioni all’esercizio delle aree o delegano Provincie e Comuni, hanno comunque il compito di emanare Norme per la distribuzione dei carburanti, che poi vengono recepite dai Regolamenti Provinciali e Comunali per il rilascio di queste autorizzazioni. Ebbene quasi tutta questa regolamentazione ignora quanto dispone l’art. 214 del D.P.R. n. 610/1996.
Promocamp le ha interpellate tutte, fornendo loro tutta la documentazione e proponendo le integrazioni da fare ai loro Regolamenti (sanzioni incluse), oltre a chiedere un intervento immediato sulle aree già autorizzate e prive di impianti. Alcune hanno risposto affermativamente (Veneto, Toscana, Emilia-Romagna), le altre no. Oggi nessuno può più dire di non conoscere la normativa.
L’Associazione si è poi rivolta a tutte le Provincie ed a 500 Comuni Italiani chiedendo le stesse cose e fornendo tutto il materiale necessario per operare; documentazione peraltro resa pubblica nel nostro sito www.promocamp.com e messa a disposizione di tutto il mondo associativo del settore, che ha dato un apporto importante nel raggiungimento dei risultati, certamente interessanti (molti enti locali hanno manifestato la volontà di adeguarsi) anche se ancora insufficienti rispetto alla mole del lavoro svolto, alle proposte prodotte e soprattutto alle esigenze del settore.
Se con l’apporto di Promocamp, di altre associazioni e club a tutti i livelli possiamo contare oggi su circa 150/200 camper service realizzati nelle aree di servizio delle autostrade e strade italiane, più una diffusa consapevolezza del problema, il nostro obiettivo immediato - ed il ruolo del Ministro delle Infrastrutture, che è anche uno strenuo difensore della legalità, può essere veramente fondamentale - deve essere quello di realizzare in poco tempo (perché non occorrono risorse ingenti e le Società petrolifere sono in grado di farvi fronte velocemente) i 3.500 camper service obbligati (triplicando l’attuale dotazione complessiva) e con una risposta forte all’esigenza di servizi per il turismo itinerante a livello nazionale.

UFFICIO STAMPA E COMUNICAZIONE – PROMOCAMP Ravenna, 15 gennaio 2008

Promocamp Italia - sede operativa: Via Gagliardi n. 9 - Grumello Cremonese (CR) - P.IVA 03443160134 | Privacy Policy